CERNUSCO RIANIMA

di AVIS Cernusco

È arrivato venerdì 6 giugno, in sicurezza, l'atto formale.

Image title
I beni e gli strumenti che costituiscono le due postazioni letto per Terapia Intensiva donate all'Ospedale Uboldo sono passati formalmente, con atto di donazione di Avis Cernusco, alla ASST Melegnano e della Martesana.

Image title


Nel pomeriggio di venerdì 6 giugno infatti il presidente Carlo Assi ha formalizzato il passaggio di proprietà con il il DG dell'Azienda, Angelo Cordone, alla presenza del direttore sanitario Stefano Schieppati.

Ad entrambi è stato donato il Quaderno Varasi realizzato da EMO Servizi SRL.

Image title

Leggi anche le altre notizie >>


È possibile richiedere una ricevuta, previa identificazione,  utilizzabili ai fini fiscali.

Le istruzioni alla pagina dedicata del sito di Avis Cernusco


Le pompe a siringa e le stazioni di impilaggio che vanno a completare le postazioni letto e le strutture arrivate lo scorso 23 aprile sono da oggi in uso presso la terapia intensiva dell'Ospedale Uboldo di Cernusco.

Con questa aggiunta è quasi ultimata la fornitura acquistata e donata da Avis grazie alla campagna #CernuscoRianima. Gli ultimi accessori per le strutture degli speciali letti destinati alla rianimazione arriveranno nell'ultima settimana del mese.






Image titleImage title



Sono arrivate oggi le pompe a siringa e le stazioni di impilaggio che vanno a completare le postazioni letto e le strutture arrivate lo scorso 23 aprile.

La generosità degli Avisini, dei cooperatori, dei donatori di Cernusco e delle associazioni mondiali aderenti a FIODS si concretizza in ulteriori strumenti che a breve verranno integrati nella dotazione della Terapia intensiva dell'ospedalae Uboldo a Cernusco, rafforzando il presidio dell' ASST Melegnano e della Martesana in città.

Image titleImage title


Sono pronti per la consegna gli apparati e i sistemi per l'infusione dei farmaci destinati ai due letti consegnati lo scorso 23 aprile alla terapia intensiva dell'ospedale Uboldo a Cernusco.

La partenza delle pompe, che verranno utilizzate assieme ai letti e alle relative strutture, è prevista per domani 28 aprile

Image title


Sono arrivati

Sono stati consegnati oggi all’ospedale Uboldo di Cernusco sul Naviglio i due letti per terapia intensiva donati da Avis Cernusco grazie ad una raccolta fondi durata un mese.

Supportata sin dall’inizio dalle cooperative cernuschesi Constantes e Cooperativa Lombarda di consumo e dalla Fondazione SMS, la raccolta ha ricevuto donazioni da cittadini, volontari e associazioni, addirittura da 14 Paesi esteri, le cui associazioni di donatori di sangue hanno voluto dare un segno concreto di solidarietà.

Angelo Cordone, direttore generale della ASST Melegnano – Martesana ha sottolineato questa “generosità senza confini che ci riempie di orgoglio. Il sostegno al nostro ospedale che arriva da così tante associazioni di donatori di sangue a livello internazionale è la dimostrazione che questa battaglia la si può vincere solo mettendo insieme tutte le forze”.

Carlo Assi, presidente di Avis Cernusco ha sottolineato come i letti arrivati oggi siano la concretizzazione di una generosità diffusa, che, insieme al lavoro del personale ospedaliero, ha saputo ergere una diga efficace contro lo tsunami del virus.

Il sindaco di Cernusco Ermanno Zacchetti, ha sottolineato come la città intera, dalle associazioni, al comune, ai cittadini, alle imprese, si è raccolta attorno al suo ospedale manifestando concretamente una sentimento di solidarietà.


L'arrivo dei letti di terapia intensiva al'Uboldo
Image title

Image title


Il contributo da 14 Paesi del mondo

22 Aprile 2020 - 22:39

Prosegue e supera i confini nazionali la raccolta fondi lanciata da AVIS Cernusco per supportare il reparto di rianimazione dell’ospedale Uboldo di Cernusco sul Naviglio con due postazioni letto attrezzate. Lo stato di emergenza mondiale non ha frenato la solidarietà delle associazioni di volontari donatori di sangue internazionali, che hanno risposto all’appello.

Grazie al supporto di Fiods (Federazione internazionale delle associazione di donatori di sangue), infatti, le associazione di donatori di sangue di Argentina, Bolivia, Cile, Dominica, Nicaragua, Peru, Ecuador, Algeria, Marocco, Tunisia, Vietnam, Portogallo, Monaco e India hanno versato un contributo di complessivi 1.100 euro.

Image title


“Per la situazione di emergenza dovuta alla pandemia di COVID-19 per molti aspetti inedita, drammatica, per cui tutto il mondo è isolato è fondamentale sentirci vicini e uniti” – afferma Gianfranco Massaro, presidente FIODS – “È nelle situazioni di crisi che emerge la vera natura della nostra società e degli uomini, nel bene come nel male. Così quando il presidente di Avis Cernusco, Carlo Assi, mi ha parlato del progetto dell’aiuto dell’Ospedale di Cernusco in Lombardia, ho pensato di rivolgermi con fiducia ai donatori di sangue di quei Paesi in via di sviluppo, che noi tante volte abbiamo aiutato. Ho prospettato loro di offrire un piccolo aiuto per una grande causa. Quei piccoli gesti di grande umanità hanno suscitato in me profonda commozione. Questa è l’occasione per ricordarci che insieme siamo in grado di superare tutte le difficoltà. Insieme ce la faremo”.


"La manifestazione di solidarietà ricevuta da così tanti Paesi in via di sviluppo – sottolinea Gianpietro Briola, Presidente nazionale Avis -  ci riempie di gioia e di grande riconoscenza. Per un'associazione come AVIS, che in passato ha partecipato a numerosi progetti di cooperazione internazionale rivolti proprio alle zone più povere del mondo, è il segno concreto di come la generosità sia un valore universale e senza confini".


“Dopo la concreta solidarietà dell’associazionismo e della cooperazione cernuschesi e il contributo degli Avisini di Pratola Peligna – aggiunge Carlo Assi, presidente di Avis Cernusco – ci colpisce il gesto di solidarietà di quattordici Paesi del mondo, i  cui volontari donatori di sangue trovano il modo e la spinta di aiutarci nel momento in cui nessuna nazione è immune da questo contagio. La famiglia mondiale dei donatori di sangue e la Federazione internazionale che la rappresenta hanno dato un segnale forte, che non scorderemo”.


Angelo Cordone, direttore generale della ASST Melegnano - Martesana ha sottolineato come questo gesto rappresenti “Una generosità senza confini che ci riempie di orgoglio. Il sostegno al nostro ospedale che arriva da così tante associazioni di donatori di sangue a livello internazionale è la dimostrazione che questa battaglia la si può vincere solo mettendo insieme tutte le forze. Una spinta che passa dalla Bolivia fino al Portogallo e ci aiuterà a raggiungere prima l’ambizioso obiettivo finale. Fatemi ringraziare di cuore la Sezione Avis di Cernusco che in queste settimane ha mostrato un impegno fuori dal comune e senza la quale non saremo arrivati mai a questo punto. Grazie per tutto il lavoro che state mettendo in campo per l’Ospedale Uboldo. Insieme ce la faremo”.


“Il dialogo e la cooperazione di Cernusco con i più diversi luoghi del mondo, caratteristica della comunità cittadina da decenni – ha commentato il sindaco di Cernusco Ermanno Zacchetti – si arricchisce di un episodio significativo, in cui è la comunità mondiale dei donatori di sangue ad aiutare la nostra città.  Al ‘grazie’ dei donatori e delle autorità sanitarie unisco quello dell’amministrazione comunale per un gesto che ci arricchisce oltre il contributo immediato.”




https://www.youtube.com/embed/gQyBd__mX44?rel=0



I letti speciali e le intelaiature specifiche per l'uso in rianimazione sono stati caricati oggi pomeriggio sul camion per la consegna all'ospedale di Cernusco.

L'arrivo domani alle ore 11,30.




Image title
Image titlehttps://www.aviscernusco.it/wp-content/uploads/2020/04/letti3.jpg
Image title


La testata Donatorih24 riporta così l'iniziativa di raccolta fondi in atto, con i letti già ordinati al fornitore:
"L’Avis di Cernusco sul Naviglio, cittadina a circa 18 km da Milano, ha avviato una straordinaria iniziativa (...) per l’acquisto di due posti letto attrezzati in terapia intensiva nella struttura ospedaliera locale, l’Uboldo.Image title

Il dirigente di terapia intensiva, il dottor Massimo Zambon, spiega qual è la situazione al momento nel reparto: “Il consumo di materiali e il bisogno di apparecchiature in questo periodo è straordinario, perché essendoci tantissime persone con insufficienza respiratoria, abbiamo bisogno di un alto numero dello stesso tipo di strumenti e materiali”.

______________  Come fare per contribuire? _____________________

È possibile donare sulla piattaforma (questo sito) o bonificare sul conto speciale aperto da Avis Cernusco proprio per questa raccolta fondi:


iban: IT06 C084 5332 8800 0000 0218 234

titolare del conto AVIS Cernusco

Causale: CernuscoRianima


Grazie a tutti



"È solo un bacio soffiato durante una videochiamata sul tablet di un computer a una persona cara a miglia di distanza.Ma per i pazienti anziani che soffrono di coronavirus nell'ospedale di Uboldo in questa città del nord Italia, è tanto un'ancora di salvezza quanto le loro maschere di ossigeno.I medici su e giù per l'Italia, il paese con il maggior numero di morti per pandemia, affermano che una delle cose più difficili per i pazienti è non poter avere i loro cari al loro fianco a causa delle restrizioni di quarantena".


Image title

Per supportare il nostro ospedale possiamo donare sulla piattaforma (questo sito) o bonificare sul conto speciale aperto da Avis Cernusco proprio per questa raccolta fondi:


iban: IT06 C084 5332 8800 0000 0218 234 


titolare del conto AVIS Cernusco


Causale: CernuscoRianima


Al link l'articolo del NYT



Superati i 30.000 euro di raccolta.

08 Aprile 2020 - 09:54

Grazie a tutti voi abbiamo superato, tra donazioni online e versamenti sul conto, i 30.000 €.


Abbiamo ordinato pertanto i due letti, e nei prossimi giorni  ordineremo gli allistimenti che renderanno le due postazioni utili al reparto di terapia intensiva dell'ospedale di Cernusco.

Grazie a tutti!


AMICO È

07 Aprile 2020 - 13:24

Proprio un anno fa ricordavamo http://bit.ly/10AnniDiAmicizia.
e di collaborazione, nata in quel “cratere” e arricchitasi negli anni.

Proprio loscorso 5 aprile, un segno importante, l’ennesimo, di questa amicizia ci ha raggiunto con l’iniziativa degli Avisini pratolani a favore della raccolta fondi per la donazione di due postazioni letto attrezzate all’Ospedale Uboldo.

Oggi è Cernusco ad avere bisogno, e http://bit.ly/AvisPratolaAiuta.



Image title

Non facciamo in tempo a ringraziare Sergio, Guerino, gli Avisini e i Pratolani, ed ecco altri amici, Avisini dell'Alto Adige, rilanciano online il nostro appello.

Come Pratola, come Sergio e Guerino, così Paolo, così Matteo, così http://bit.ly/AvisMeranoAiuta.


Image title

Sarà che questo è un periodo di distanziamento, necessario per sconfiggere il virus.

Sarà, ma noi Avisini cernuschesi sentiamo una vicinanza che ha il calore di un abbraccio.

Da Merano a Pratola, #CernuscoRianima.

C'è una forza potente nelle amicizie avisine. 
Ce la faremo.

#CheBellaAvis

www.CernuscoRianima.it


€31.737

raccolti su un obiettivo di €30.000

83

finanziatori

Finanziato!

105% finanziato

Keep it all  

Campagna conclusa

Team

AVIS Cernusco ha ideato e gestisce questa campagna.Alberto, Carlo e Fabio e Paola sono dietro questo piccolo schermo.Perché davanti ci siete voi: grazie per la vostra generosità.


AVIS Cernusco
Creatore
Fabio Magni
Editor
Ricompense

di almeno €10 o più


#CernuscoRianima

Con la tua donazione hai conquistato il diritto a personalizzare il tuo profilo Facebook con il filtro CernuscoRianima.it. Complimenti! Lo trovi su https://www.aviscernusco.it/ecco-il-filtro-per-il-tuo-profilo-facebook e lo puoi trovare anche sulla pagina di Avis Cernusco: https://www.facebook.com/aviscernsco. Anche questo è un mezzo per proporre anche agli altri un gesto di generosità per la Rianimazione dell'Ospedale Uboldo.


Tempi di consegna:

Spedizione:
Online

© 2017 DeRev S.r.l. - Via dei Mille, 1 - 80121 Napoli (Italia)
Codice Fiscale / Partita IVA: 07255501210
Capitale Sociale: € 18.890,00 - REA: NA - 871554