Bambini maestri di bambini

di Rotary Club Bitonto Terre Dell'Olio

Fare integrazione attraverso il gioco attraverso il ruolo di maestri e di allievi. Guidati da un team di adulti i bambini italiani e stranieri, condivideranno i loro saperi.


Incorpora

Image title

Un nuovo modo di fare integrazione partendo dalla popolazione più giovane che realizza inclusione attraverso il gioco. Il gioco consisterà nel far ricoprire ai bambini il ruolo di maestri e alunni di loro stessi contemporaneamente. I protagonisti del progetto saranno i bambini residenti a Bari e quelli che in città ci sono arrivati, tra mille difficoltà e pericoli, da terre lontane (spesso teatro di guerre) e, attraverso il gioco, potranno scambiarsi la conoscenza dei rispettivi idiomi permettendo l’avvicinarsi di storie, costumi, linguaggi e tradizioni. Gli adulti parteciperanno al progetto come tutor e supporter di tutte le azioni che saranno messe in campo. In quest’ottica di interscambio gli adulti non solo sono garanti dei giusti tempi e spazi, ma diventano portatori anche loro di azioni innovative con la possibilità di creare lavori nuovi che assicurino la giusta dignità per tutti.

A partire da maggio 2017 parte già la prima fase con laboratori di condivisione del progetto e programmazione dello stesso con sessioni semestrali, strutturate per due pomeriggi a settimana di due ore per ciascun gruppo di 20 bambini (10 italiani e 10 stranieri, su indicazione della locale circoscrizione, per un totale di 60 bambini nei sei giorni lavorativi) attraverso un team di motivatori, clown, psicologi, insegnanti che favoriscano la conoscenza delle lingue, attraverso il gioco, e gli usi e costumi reciproci facendo sentire protagonisti dello scambio culturale i bambini stessi e gli adulti solo nel ruolo di motivatori. In seconda battuta, nei giochi, potrebbero essere coinvolti anche i genitori.

Il progetto non si esaurisce con la campagna di crowdfunding ma vuole creare una continuità in modo da avere un flusso di conoscenze, formazione, crescita e integrazione passato di bambino in bambino. Il nostro scopo è gettare le basi per un modello che sia fisso e sul quale poi costruire altri progetti che prendano in esame anche altre categorie e di diverse età.

 

Cosa chiedi e cosa offri

Abbiamo bisogno di 8000 euro che serviranno per

  • Spese di marketing e campagna di crowdfunding;
  • Fitto del locale dove realizzare il progetto;
  • Costo del personale impegnato;
  • Materiale per la realizzazione del progetto, cartoleria, multimediale, lavagne;
  • Realizzazione di workshop e interscambi con altre strutture per maggiore integrazione dei bambini;
  • Spese per messa in sicurezza del locale e attrezzare area dedicata a prova di bambino.

I punti sensibili del nostro progetto sono il superamento delle diffidenze che affronteremo con incontri, workshop, eventi di divulgazione del progetto e soprattutto dando voce a chiunque voglia contribuire in qualsiasi modo.

Le nostre competenze, che spaziano dall'aiuto diretto alla progettazione, dall'associazionismo al sostegno concreto e costante verso chi ha più bisogno, si fondono in un unico coro avendo da un lato un Rotary Club che ha, sin dalla sua fondazione, come scopo l'aiuto e l'integrazione, con il sostegno a chi è in difficoltà e dall'altro Stati Generali delle Donne che punta al superamento delle disparità di genere e valorizzando la partecipazione attiva di tutti

 

Altri modi per contribuire

Si può contribuire con carta di credito e bonifico ma abbiamo bisogno che tutti diventino ambasciatori e divulgatori del nostro progetto. I bambini ci insegnano a vivere e noi dobbiamo aiutarli dando un esempio tangibile contribuendo e comunicando il loro progetto, per far sì che le diverse lingue e culture si fondano e creino dei nuovi uomini e donne del futuro privi di differenze

 


Realizzazione del progetto

Il nostro progetto verrà realizzato dal termine della campagna con la messa in sicurezza dello spazio dedicato nella Casa delle Donne del Mediterraneo che sarà la "casa" dove tutti si sentiranno protagonisti.

Stiamo già definendo accordi con "animatori territoriali" e all'interno del Rotary Club Bitonto Terre dell'Olio e di Stati Generali delle Donne, ci sono già delle socie e dei soci con competenze in linea con il progetto che stanno attivandosi per una maggiore partecipazione cittadina.

I bambini che già sono presenti affronteranno una prima fase sperimentale, probabilmente a partire da Maggio 2017 e una volta definito lo standar più in linea con le loro esigenze, entro massimo Luglio 2017, diventerà un progetto fisso a Casa delle Donne.

I fondi serviranno soprattutto per acquisto di materiale multimediale e lavagne con un piccolo intervento in termini di comunicazione e marketing

 


€1.872

raccolti su un obiettivo di €8.000

28

finanziatori

22

giorni al termine

23% finanziato

Keep it all  

Contribuisci
Team

Un team composto dal Club Rotary Bitonto Terre dell'Olio, Stati Generali delle donne, Casa delle Donne del Mediterraneo e le amiche e gli amici che gravitano intorno alle nostre realtà. Partiamo al femminile, siamo 4 donne, ma ci apriamo al mondo.


Ricompense

© 2015 DeRev S.r.l. - Via dei Mille, 1 - 80121 Napoli (Italia)
Codice Fiscale / Partita IVA: 07255501210
Capitale Sociale: € 18.890,00 - REA: NA - 871554