UC22

di UNINA CORSE - SQUADRA CORSE FEDERICO II

Il team Unina Corse dell'Università di Napoli "Federico II" realizza un'auto per partecipare all'evento Formula SAE Italy 2017, "UC22" è il suo nome.


Incorpora


Unina Corse è un’associazione costituita da allievi e docenti dell’Università “Federico II” di Napoli, nata nel 2010 con lo scopo di progettare e realizzare un’auto da corsa per partecipare al Campionato Internazionale di Formula SAE ed in particolare all’evento italiano Formula ATA (Associazione Tecnica dell’Automobile).Il team è un gruppo di circa 80 studenti appassionati e intraprendenti, che utilizzano le proprie competenze per creare una monoposto concepita da zero, prodotta e perfezionata in pista in vista dell’evento italiano di Formula SAE 2017.


LA NOSTRA MISSION:
Unina Corse, facendo uso della didattica competitiva, promuove la crescita professionale dei membri del team con eventi come la Formula SAE e con la collaborazione di aziende partner.

LA NOSTRA VISION:
Unina Corse intende divenire un volano di eccellenza nella formazione degli studenti dell’intero Ateneo promuovendo il team-working come strumento principale per lo sviluppo professionale delle nuove generazioni.

Unina Corse è un efficace mezzo pubblicitario per i marchi che saranno riportati sulla vettura: il bacino dei soli allievi della “Federico II” è costituito di oltre 150.000 unità. Attraverso uno studio specifico, si selezionano eventi didattici e/o promozionali che risultano interessanti occasioni sia culturali che commerciali.
Inoltre nei giorni della competizione i marchi sulle vetture e sui nostri stand hanno una visibilità per un numero di unità anche 20 volte maggiore (l’evento italiano di Formula SAE presso il circuito Riccardo Paletti di Varano de' Melegari (Parma), nell’anno 2016 ha visto competere oltre 2 mila studenti in ingegneria suddivisi in 76 team di 25 atenei di tutto il mondo); i nostri canali web raggiungono attualmente i 4.000 follower complessivi, che aumentano giorno dopo giorno.
La didattica competitiva è un’esperienza senza eguali per gli studenti dell’Università, in quanto stimola gli allievi a dare il meglio di sé stessi. E’ importante sottolineare il carattere fortemente interdisciplinare delle attività necessarie allo sviluppo del progetto, che, con lo spirito di gruppo e la tensione agonistica, consente agli studenti di aggiungere al loro bagaglio formativo competenze di elevato livello.

I NOSTRI RISULTATI: ORGOGLIO TUTTO PARTENOPEO

Durante i primi anni di attività, il Team è riuscito a conseguire nel 2010, a meno di un anno dalla nascita, il primo podio nella tappa italiana del campionato internazionale di FSAE, classificandosi al TERZO POSTO nella Class3.
In seguito alla medaglia di bronzo il Team è stato interessato da una proficua fase di rinnovamento, terminata nel 2013 con la conquista del SECONDO POSTO in Class3 nella IX edizione della Formula SAE Italy.
Dopo i successi progettuali maturati in Class3, nel 2015 si è deciso di partecipare alla classe regina con la realizzazione della prima vettura in assoluto della città di Napoli ed è quindi ricominciata la fase di progettazione per la Class1, il cui output è proprio UC-22.

Nel 2017, UninaCorse è diventata ufficialmente campione del mondo nella competizione VI-grade Virtual Formula 2017, un risultato storico per un Ateneo italiano.

A tal proposito, è stata costituita la seguente classificazione degli sponsor, con relativi bonus dei quali essi potranno giovare e della relativa disposizione sull'auto:
Image titleImage titleImage title



Realizzazione del progetto

Il target progettuale alla base della vettura 2017 è l’ottimizzazione del rapporto peso/potenza prestando attenzione alla sostenibilità economica della vettura stessa.

FRAME & BODY

Il telaio della vettura è costituito da una struttura tubolare in acciaio AISI 4130. Un’accurata ottimizzazione in ambiente CAE ha permesso di definire una configurazione avente rigidezza torsionale circa tre volte maggiore rispetto un telaio baseline, con un peso complessivo della parte strutturale di circa 30 kg.
L’intero abitacolo e i componenti che ne fanno parte sono stati progettati al fine di permettere al pilota di assumere una posizione ideale di guida, pur mantenendo ingombri complessivi contenuti.

DYNAMICS

Attraverso un attento studio cinematico e dinamico, tramite l'uso di software di analisi multibody, è stata ricercata una configurazione di punti sospensione che risultasse ottimale rispetto al tipo di prove dinamiche che la FSAE prevede. All’anteriore è stato usato un rocker che consente uno scarico quasi totale delle forze sul sistema pull-rod invece che sui triangoli delle sospensioni; ciò ha permesso di progettare questi ultimi in modo da separare le componenti di sforzo.

POWERTRAIN

Il motore utilizzato, un Honda CB600F 4 cilindri in linea, è stato studiato in modo da privilegiare una curva di coppia uniforme e con valori elevati fin dai bassi regimi di funzionamento. Studi in ambiente monodimensionale hanno dimostrato che opportune modifiche estese ai soli sistemi di scarico e aspirazione permettono al propulsore di raggiungere gli obiettivi preposti. 

DRIVETRAIN

Riduzione di pesi e delle inerzie rotanti sono i target fissati per lo studio della trasmissione.La trasmissione avviene tramite catena ad alta scorrevolezza, leggera e altamente resistente. Il differenziale montato sulla vettura è un LSD (Limited Slip Differential), settabile in diverse configurazioni di ripartizione.

ELECTRONICS

Il controllo motore avviene mediante un sistema fasato gestito da una AEM Infinity 6.L’elettronica della vettura comprende un sistema di monitoraggio della strumentazione di bordo che comunica, inoltre, con la centralina tramite protocollo CAN. 


© 2015 DeRev S.r.l. - Via dei Mille, 1 - 80121 Napoli (Italia)
Codice Fiscale / Partita IVA: 07255501210
Capitale Sociale: € 18.890,00 - REA: NA - 871554