Proteggi Cittadellarte / Protect Cittadellarte

di FONDAZIONE PISTOLETTO ONLUS

17TH DECEMBER UPDATEAGGIORNAMENTO 18/01

È passato un mese dall'ultimo aggiornamento dei lavori a Cittadellarte, che erano proseguiti con la progettazione esecutiva del muro di argine e i rilievi altimetrici del topografo. Il 17 dicembre è stato concluso il consolidamento del muro di Hydro, che aveva dissesti strutturali, mentre 6 giorni dopo sono stati anche tolti i ponteggi ed è terminato il cantiere di lavoro.
Martedì scorso, l'impresa incaricata ha inoltre terminato la rimozione delle ultime parti pericolanti, ovvero la copertura dell'ex spazio culturale. Anche nelle festività i professionisti e gli addetti ai lavori hanno operato: il topografo, ad esempio, ha completato il rilevo altimetrico in alveo; la ditta incaricata ha finito le indagini geognostiche e le perforazioni per stabilire a quale profondità si potrà ancorare il muro di argine; il geologo ha ultimato le relazioni geologiche fornendole a Cittadellarte. “Il prossimo passo - così Emanuele Bottigella dell'Ufficio Architettura di Cittadellarte - prevede che lo strutturista si occupi della definizione della fase 2 del progetto. Finora siamo soddisfatti del programma esecutivo: abbiamo portato a termine le analisi geologiche, geognostiche, i rilievi altimetrici, le rimozioni e il consolidamento del muro secondo le tempistiche previste. D'ora in avanti - ha concluso - avremo a che fare di nuovo con gli enti pubblici, in modo da formalizzare le domande per l'ottenimento dei permessi dei nuovi lavori”.

-

“PROTECT CITTADELLARTE”, THE OPERATIONS OFSTRENGTHENING OF THE WALL OF THE FORMER HYDRO SPACE HAVE BEEN CONCLUDED

18TH JANUARY UPDATE

A month has gone past since our last update on the works in progress at Cittadellarte, which had continued with the operational planning of the containment wall and the altimetric measurements by the topographer. The strengthening of the wall of the former Hydro space was completed on 17th December, and in the following week the scaffoldings were removed and the working site was cleared. Last Tuesday, the hired company also completed the dismantling and removal of the last unstable parts, i.e. the roof of the former cultural space. The team of professionals has been operating even throughout the winter holidays: the topographer has completed the altimetric measurements of the river bed; the appointed company has concluded the geognostic survey and the perforations to establish how deep the containment wall needs to be anchored; the geologist has finished and handed in the final geological reports. “The next step,” says Emanuele Bottigella from Cittadellarte’s Architecture Office, “sees the structural engineer define phase 2 of the project. We are satisfied with what’s been done so far: we have carried out the geological, geognostic and altimetric surveys, the removal of debris and the strengthening of the wall on schedule. We now have to liaise with the relevant government bodies again,” he concludes, “in order to formalise the requests to obtain the necessary authorisations to proceed with the works”.



AGGIORNAMENTO 17/12

Sono passati tre mesi dall’alluvione che portò il torrente Cervo a spazzare via Hydro, le Terme Culturali, una parte delle aule dell’Accademia Unidee e altri spazi della Fondazione Pistoletto (per una perdita totale di 1300 mq di spazi espositivi, teatri, sale prova e magazzini). Il team della Fondazione Pistoletto si è attivato fin da subito per avviare le operazione di consolidamento e ricostruzione, seguendo inoltre la campagna di crowdfunding Proteggi Cittadellarte sulla piattaforma DeRev. Sono numerosi gli interventi effettuati nelle ultime settimane: è stato aperto un varco per accedere al torrente Cervo, che ha permesso agli addetti ai lavori di portare la scogliera di contenimento vicino all’acqua e di realizzare una rampa di discesa; è stata completata, inoltre, la rimozione delle macerie della parte crollata di Hydro, con la pulizia dei detriti presenti nella voragine che si era creata. Da lunedì scorso si è passati a una nuova fase: è cominciato il consolidamento del muro di Hydro con il getto di calcestruzzo e la ditta incaricata sta seguendo le direttive dello strutturista per il completamento dell’operazione in programma per il 23 dicembre, quando è anche prevista la rimozione del ponteggio.

Emanuele Bottigella, dell’Ufficio Architettura di Cittadellarte, ha messo in luce gli interventi più recenti: “Abbiamo iniziato – ha affermato – a fare le indagini necessarie per la progettazione esecutiva del muro di argine e il topografo sta eseguendo i rilievi altimetrici. Non solo, nei prossimi giorni la ditta selezionata, chiamata dal geologo, scenderà in alveo per fare due trivelle/perforazioni come indagine geognostica per capire a che profondità si trova la roccia e quindi valutare come fondare il nuovo muro di argine”. Le prospettive per gennaio e febbraio sono di concludere la progettazione esecutiva del muro, in attesa delle approvazioni da parte degli enti preposti (il Ministero con la sovrintendenza, il Comune e la Regione Piemonte). “Nonostante le nevicate e il clima rigido – ha aggiunto Bottigella – stiamo riuscendo a procedere secondo i nostri programmi: la tabella di marcia finora è stata rispettata, tutto procede bene senza intoppi”.

-

“PROTECT CITTADELLARTE”, THE STRENGHTENING OPERATIONS ARE DRAWING TO A CLOSE

17TH DECEMBER UPDATE


Three months have gone past since the night the river Cervo swept away Hydro, the Terme Culturali, part of Accademia Unidee’s classrooms and other areas of Fondazione Pistoletto (for a total loss of 1300 sqm of exhibition, performance, rehearsal and storage space). Fondazione Pistoletto’s team immediately activated to get the strengthening and reconstruction works under way, at the same time launching the crowdfunding campaign Protect Cittadellarte on the DeRev platform. Numerous have been the operations carried out in the last few weeks: a passage was opened giving access to the riverbed of the Cervo, which allowed the operators to move the containment reef close to the water and build a ramp; the removal of the debris created by the collapse of the former Hydro space was also completed. Last Monday, the works moved onto a new phase: the strengthening of the wall of the former Hydro space with a jet of concrete. The company hired for the job has been following the directives of a structural engineer, with the view of completing the operation on 23rd December, when the scaffolding will also be removed.

Emanuele Bottigella, from Cittadellarte’s Architecture Office, has talked to us about the most recent developments: “We’ve started the necessary investigations to operationally plan the containment wall, and the topographer is carrying out the altimetric survey,” he said, “and not only that, in the next few days a company recommended by the geologist will drill the riverbed to perform a geognostic test to assess how far deep is the rock layer, for us to be able to evaluate how to build the foundations of the new containment wall”. The plan is to complete the operational project for the wall between January and February, while waiting for approval by the relevant bodies (the superintendence, the City of Biella and Regione Piemonte). “In spite of the snowfalls and the freezing weather,” Bottigella added, “we are proceeding according to plan: our schedule has been respected, and everything is going well without any setbacks”.


AGGIORNAMENTO 30 NOVEMBRE

A quasi due mesi dall'alluvione che portò il torrente Cervo a spazzare via Hydro, le Terme Culturali, una parte delle aule dell’Accademia Unidee e altri spazi della Fondazione Pistoletto (per una perdita totale di 1300 mq di spazi espositivi, teatri, sale prova e magazzini) i lavori proseguono come da programma, così come la campagna di crowdfunding Proteggi Cittadellarte. Dopo gli incontri con professionisti e istituzioni per stabilire gli opportuni interventi, due settimane fa è stato aperto un varco per accedere al torrente Cervo, che ha permesso agli addetti ai lavori di portare la scogliera di contenimento vicino all’acqua e di realizzare una rampa di discesa. Ora, dopo due settimane dalle ultime novità, un primo risultato è vicino ad essere raggiunto: è stata quasi completata la rimozione delle macerie della parte crollata di Hydro e sono stati ripuliti anche i detriti presenti nella voragine che si era creata.

Emanuele Bottigella, dell'Ufficio Architettura di Cittadellarte, ha messo in luce le novità sul programma dei lavori: “Dopo la rimozione - ha affermato - è stato constatato che il muro della biblioteca e della stanza che ospita la mostra dell'Arte Povera aveva subito un dissesto durante il crollo. Così, dopo le opportune consultazioni coi tecnici, abbiamo deciso di procedere con il consolidamento di quel muro, per poi completare la demolizione di Hydro”. Per questi nuovi interventi è stato necessario affidare le operazioni a una ditta specializzata e a un ingegnere che si occupa della sicurezza nei due cantieri di lavoro. “Abbiamo sdoppiato il cantiere: una ditta si è occupata di Hydro e ora è della zona del Museo del Passato (dove è stata completata una nuova rampa di accesso fino al locale turbine), l'altra è impegnata nel consolidamento del muro. Tutte le operazioni di rimozione e smaltimento - ha concluso Bottigella - stanno avvenendo secondo le opportune normative di sicurezza”.
Seguiranno aggiornamenti.

-

THE WORK CONTINUES ON TWO WORKING SITES

30TH NOVEMBER UPDATE

After almost two months since the night when the overflowing of the river Cervo swept away Hydro, the Terme Culturali and part of Accademia Unidee’s classrooms and other areas (for a total loss of 1300 sqm of exhibition, performance, rehearsal and storage space) the works are continuing as planned, as is the crowdfunding campaign Protect Cittadellarte. Following consultations with professionals and institutions to define the appropriate interventions, two weeks ago a passage was open giving access the riverbed of the Cervo, which has allowed the operators to move the containment reef close to the water and built an access ramp. Two weeks on, the first result is about to be achieved: rubble and debris from the collapsed part of the building have almost been cleared.

Emanuele Bottigella, from Cittadellarte’s Architecture Office, has updated us on the progress of the works: “After the removal of the debris,” he said, “we could confirm that the external wall of the library and of the room housing the Arte Povera exhibition had been damaged by the collapse. After consulting with the relevant specialists, we have decided to proceed with the strengthening of the wall, to then complete the demolition of the Hydro space”. To carry out these new operations, Cittadellarte had to hire a specialised contractor and an engineer to be in charge of the safety of both working sites. “We have in fact split the working site into two: the company that dealt with the clearing of the debris in the main building is now doing the same in the area of the Museum of the Past (where another access ramp had to be built to access the turbine hall), while the new one is taking care of the strengthening of the wall. All the removal and disposal operations,” Bottigella concluded, “are being conducted in respect of all the safety measures”.
Updates will follow.


AGGIORNAMENTO 11 NOVEMBRE

Due settimane fa avevamo preannunciato che sarebbero partiti a breve gli indispensabili e urgenti lavori di protezione e consolidamento negli spazi della Fondazione Pistoletto, necessari dopo i danni riportati a inizio ottobre in seguito all’alluvione. Così è stato: le operazioni previste sono state avviate come da programma, per ovviare tempestivamente a ogni possibile criticità. 

Il team di Cittadellarte è prontamente intervenuto avviando incontri con professionisti e istituzioni per procedere con gli opportuni lavori. Le operazioni sono ufficialmente cominciate martedì scorso, quando, con l’ausilio degli opportuni macchinari, è stato aperto un varco per accedere al Torrente Cervo: gli addetti ai lavori hanno portato la scogliera di contenimento vicino all’acqua e hanno realizzato una rampa di discesa. “Fino al 6 novembre è stata creata – ha spiegato Emanuele Bottigella, dell’Ufficio Architettura di Cittadellarte – un’area di cantiere. Il giorno seguente è stato possibile cominciare gli interventi di demolizione e, nello specifico, delle parti crollate degli spazi di Hydro e delle Terme Culturali. Le macerie erano pericolose, andavo rimosse velocemente. Questo intervento ha consentito agli operai di crearsi lo spazio per completare la demolizioni delle parti ancora in piedi. Ora – ha aggiunto – abbiamo una prospettiva più completa e sappiamo su cosa posavano queste strutture, compresi i dissesti degli edifici attigui”.

L’emergenza Covid-19 non ha rallentato l’andamento dei lavori: “Non ci sono stati ritardi – ha risposto l’architetto -, in quanto il nostro cantiere ha carattere di urgenza. Naturalmente – ha concluso – tutti gli operai rispettano le disposizioni di sicurezza mantenendo il distanziamento tra loro e indossando sempre la mascherina”. Ora gli esperti e il team di Cittadellarte stanno valutando con quali lavori procedere. Seguiranno aggiornamenti.

Per ulteriori dettagli cliccare qui.

--

THE WORKS HAVE STARTED WITH THE REMOVAL OF THE RUBBLE

11TH NOVEMBER UPDATE

Two weeks ago, we had announced that the urgentworks to protect and strengthen the spaces of Fondazione Pistoletto –necessary due to the damages caused by the flood of the beginning of October – were about to start. And they did: the initial operations have begun as planned, to promptly prevent any possible problem.

Cittadellarte’s team immediately sprang to action and started consulting with professionals and institutions to be able to proceed with the appropriate works. The works officially started last Tuesday, when – with the employment of suitable machinery – a passage was open to access the river bed of the Cervo: the operators have moved the containment reef close to the water and built an access ramp. “By the 6thNovember they had created a working site area,” explained Emanuele Bottigella from Cittadellarte’s Architecture Office, “the following day they were able to start with the demolition of the collapsed parts of Hydro and of the Terme Culturali. The rubble was dangerous, it needed to be removed quickly. This operation has allowed the workers to create the necessary working platform for them to complete the demolition of the ruins still standing. We now have a more exhaustive perspective,”he added, “we know what the sestructures rested on and what damages the adjacent buildings have suffered”.

The Covid-19 emergency hasn’t slowed down thework progress: “There’s been no delay,” the architect said to us, “as the works have been classified as urgent. Of course,” he concluded, “all the operators are complying with the safety measures by keeping social distancing and wearing face masks”. The experts and Cittadellarte’s team are now assessing the next steps.

We’ll keep you updated.

Please click here for further details.




Aggiornamenti sulla Fase 1 dei lavori

30 Ottobre 2020 - 12:07

AGGIORNAMENTO 30 OTTOBRE

Da inizio novembre prenderanno il via i lavori, con il completamento delle rimozioni dei detriti e le demolizioni necessarie. Questa prima fase – che durerà circa tre settimane – inizierà con la creazione di un accesso in alveo attraverso la formazione di una rampa di discesa e poi di una piattaforma dove poter lavorare in piano. Saranno poi presenti gru e macchinari specifici che serviranno per rimuovere quanto necessario e completare la demolizione degli edifici pericolanti.

Queste operazioni permetteranno di ottenere un’area ripulita e soprattutto di avere un comodo e facile accesso all’alveo dove potranno essere eseguiti determinati studi, ovvero quello geologico, il rilievo topografico, l’analisi geo-tecnica per le fondazioni del nuovo muro di contenimento e lo studio idraulico del flusso d’acqua del torrente. “A questo punto – ha spiegato Emanuele Bottigella, dell’Ufficio Architettura di Cittadellarte – potremo avere tutti i dati tecnici per il progetto esecutivo del nuovo muro di argine”. Non solo: “È iniziata – ha spiegato – anche la progettazione della ricostruzione dei manufatti architettonici persi con il crollo. Abbiamo, infatti, avuto incontri e fatto sopralluoghi con i professionisti del settore: il topografo, la ditta incaricata che si occupa di demolizioni e rimozione dei detriti, gli esperti strutturisti, l’ingegnere idraulico. A breve incontreremo anche il geologo”.

Non sono mancati, inoltre, gli incontri con i rappresentanti delle istituzioni: il dirigente del settore edilizia privata del comune di Biella, il funzionario della soprintendenza del MiBACT, il funzionario delle opere pubbliche della Regione Piemonte e un ingegnere del Cordar Biella. “Il confronto con questi enti – ha specificato Bottigella – è servito a instaurare un dialogo collaborativo di progettazione di tutte le fasi, come la messa in sicurezza e la costruzione del nuovo muro di argine e dei manufatti architettonici”. Sono stati intrapresi dialoghi anche con le parti amministrative, come il sindaco di Biella e l’assessore all’urbanistica del comune laniero. Sono venuti in visita a Cittadellarte, inoltre, dei rappresentanti dell’ufficio della presidenza dei ministri settore protezione civile per una ricognizione dei danni post alluvione. “A livello operativo – ha aggiunto Bottigella -  abbiamo avviato il monitoraggio della fondazione degli edifici ancora sani e abbiamo svuotato gli attigui a quelli crollati. Abbiamo ottenuto, inoltre, l’autorizzazione al lavoro in urgenza secondo l’Art. 27 codice dei beni culturali e del paesaggio, oltre a un’ordinanza specifica del sindaco che ci permette di operare tempestivamente. Così – ha concluso – potremo evitare attese e intervenire nell’immediato”.

Per ulteriori dettagli cliccare qui.

UPDATE - OCTOBER 30

Fondazione Pistoletto immediately started planning the urgently needed works to protect and strengthen its buildings. The operations will likely start on first days of November. This first phase, which will last for about three weeks, will consist in the construction of a ramp of access in the riverbed, followed by the creation of a purpose-built platform to be able to operate on a flat surface. Cranes and specific machinery will remove the debris and complete the demolition of the now insecure parts of the building.

These operations will clear the area and most importantly provide easy access to the riverbed, to allow for the geological study, the topographic survey, the geo-technical inspection for new foundations and the hydraulic analysis of the flow of the water to take place. “At that point,” explained Emanuele Bottigella from Cittadellarte’s Architecture Office, “we will have all the technical data necessary to plan the new containment wall”. Not only that: “We have also started planning for the rebuilding of the architecture lost in the collapse,” he said, “we have met and made inspections with professionals in the sector: the topographer, the company hired to complete the demolition and remove the debris, structural experts, the hydraulic engineer. We’ll soon meet with a geologist as well”.

Representatives of various institutions have also been involved: the director of the private building sector of the City of Biella, an official from the MiBACT superintendence, an official for public works from Regione Piemonte and an engineer from Cordar Biella. “Involving these public bodies,” said Bottigella, “has meant starting a collaboration in the planning of all phases, like the securing of the building, and the construction of the new containment wall and the architecture”. A dialogue has also been opened with the local administration in the persons of Biella’s mayor and Biella’s assessor of urban planning. In addition, a few days ago Cittadellarte was visited by representatives from the civil protection department of the Ministry of the Presidency to ascertain the damages caused by the flood. “At operational level,” added Bottigella, “we have started monitoring the buildings still standing and emptied the ones adjacent to the collapsed ones. We have also managed to obtain authorization to proceed with the works with urgency in accordance with art. 27 of the legislation on cultural and landscape heritage, as well as a specific ordinance by the mayor allowing us to act promptly. This way,” he concluded, “we will be able to avoid waiting and intervene immediately”.


For all the details click here.


€51.032

raccolti su un obiettivo di €50.000

144

finanziatori

Finanziato!

102% finanziato

Keep it all  

Campagna conclusa

Team

Michelangelo Pistoletto and Cittadellarte team


Ricompense

di almeno €10 o più


Your name

I nomi di tutti i donatori saranno riportati su una pagina dedicata del sito di Cittadellarte / The names of all the donors will be mentioned on a dedicated page on Cittadellarte's website


Tempi di consegna:
a fine campagna: Gennaio 2021

Spedizione:
Online

di almeno €50 o più


Proteggi/Protect Cittadellarte - Autore/Author Juan Sandoval

Linoleografia su carta 23x33cm/Linocut on paper 23x33cm


Tempi di consegna:
a fine campagna: da metà Gennaio 2021 in poi

Spedizione:
Spedizione Italia
Spedizione UE
Spedizione Internazionale
Ritiro a mano

di almeno €100 o più


ZOOM in diretta / Live ZOOM

ZOOM da Cittadellarte dedicato ai donatori / ZOOM from Cittadellarte dedicated to donors


Tempi di consegna:
Febbraio 2021

Spedizione:
Online

di almeno €200 o più


KIT base TERZO PARADISO/THIRD PARADISE basic KIT

Nome donatore sul sito di Cittadellarte + cartolina del oOo + t-shirt del oOo / Name of donor on Cittadellarte's website + oOo postcard + oOo t-shirt


Tempi di consegna:

Spedizione:
Spedizione Italia
Spedizione UE
Spedizione Internazionale
Ritiro a mano

di almeno €500 o più


KIT special TERZO PARADISO/THIRD PARADISE special KIT

Nome donatore sul sito di Cittadellarte + cartolina del oOo + t-shirt del oOo + set del oOo / Name of donor on Cittadellarte's website + oOo postcard + oOo t-shirt + set of oOo products


Tempi di consegna:
termine della campagna

Spedizione:
Spedizione Italia
Spedizione UE
Spedizione Internazionale
Ritiro a mano

di almeno €1.000 o più


KITspecial&libroTERZO PARADISO/THIRD PARADISEspecial&bookKIT

Nome donatore sul sito di Cittadellarte + cartolina del oOo + t-shirt del oOo + set del oOo + libro o catalogo Michelangelo Pistoletto / Name of donor on Cittadellarte's website + oOo postcard + oOo t-shirt + set of oOo products + Michelangelo Pistoletto's book or catalogue


Tempi di consegna:
a fine campagna

Spedizione:
Spedizione Italia
Spedizione UE
Spedizione Internazionale
Ritiro a mano

© 2021 DeRev S.r.l. - Via dei Mille, 1 - 80121 Napoli (Italia)
Codice Fiscale / Partita IVA: 07255501210
Capitale Sociale: € 18.890,00 - REA: NA - 871554